top of page
  • Immagine del redattoreIstituto Walden

A Canicattì il muro della Gentilezza

Arte e Prossimità per sostenere i più fragili.



Arte, Prossimità e bellezza in un’unica grande iniziativa che coinvolge tutti, cittadini, istituzioni e organizzazioni e che sa di Comunità. A Canicattì, il Centro di Prossimità Istituto Walden ha inaugurato nei giorni scorsi il Muro della Gentilezza, in collaborazione con il Comune di Canicattì, l’associazione “La Forza delle Donne” e la Società Cooperativa sociale “Background”.


Il muro che “rompe” i confini è un luogo aperto e di scambio sociale dove portare capi di abbigliamento per le persone più fragili e dove poterli prendere in base alle proprie necessità.

Il muro della gentilezza è un progetto solidale che si inserisce in un concetto più ampio di rigenerazione urbana, intrecciandosi con il tema dell’inclusione sociale e dell’arte. L’installazione è resa possibile grazie all’artista Andrea Di Pas, il quale è riuscito a condensare Arte e Prossimità permettendo a quattro persone prese in carico dal Centro di Prossimità di diventare protagonisti del progetto, generando così opportunità di inclusione grazie al contributo della Fondazione Èbbene.

«La gentilezza del nostro muro – spiega Lucia Alessi, coordinatrice dell’Istituto Walden - vuole regalare alle persone l’ultima carezza del nostro viaggio 2020 vissuto insieme ed essere di buon auspicio per proseguire le nostre attività in un nuovo percorso verso la condivisone di azioni di prossimità educative, culturali e sociali».

Il muro della gentilezza s’inserisce inoltre nel progetto più ampio “Na Carizza” che, durante il periodo natalizio ha scaldato il cuore delle famiglie in difficoltà.


Link


12 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Dono day

bottom of page